Gemeinde-
und Bezirkssuche

Uomini secondo il cuore di Dio

La figura biblica di Davide: era tutto ma non era perfetto, però era comunque un uomo secondo il cuore di Dio. Per i credenti, è ancora oggi un modello. Ecco 5 cose che possiamo imparare da Davide.

 
/api/media/349348/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=8b987b4fa7d82f71a58b153f58fec090%3A1635795286%3A7521115&width=1500
/api/media/349349/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=921c1e5ac1b71e3958ae063a1026280e%3A1635795286%3A743750&width=1500
/api/media/349350/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=47e92116dd1e860b297e4c7273319728%3A1635795287%3A4374118&width=1500
/api/media/349351/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=82f8b8c3386f71e17b1e8aba57261847%3A1635795287%3A3866181&width=1500
/api/media/349352/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=239728455bf484fb664b9834001fe91f%3A1635795287%3A807857&width=1500
/api/media/349353/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=f3d64fc1511bcd8bc5357b2f36377e71%3A1635795287%3A9634432&width=1500
/api/media/349354/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=a198c0fad47ae74b7b3d2e01e1fb369d%3A1635795287%3A5158180&width=1500
/api/media/349355/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=5f29ff6a2d0b6320f0ea73e699340d12%3A1635795287%3A2850526&width=1500
/api/media/349356/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=6663e8292259d616be632f61930cb1c8%3A1635795287%3A2572853&width=1500
/api/media/349357/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=bc410c33b42769888b1cf3bf4ce66bb8%3A1635795287%3A3024335&width=1500
/api/media/349358/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=b52f19b5899c7c0d9438779cecc3118a%3A1635795287%3A8559924&width=1500
 

“Io ho trovato Davide, figlio di Iesse, uomo secondo il mio cuore, che eseguirà ogni mio volere.”  - Il servizio divino del 2 agosto 2019 a La Paz (Bolivia) si è articolato intorno a questa parola biblica in Atti degli apostoli 13, 22b. “Davide non era certamente perfetto”, ha detto il sommoapostolo Jean-Luc Schneider. “Tuttavia, la Bibbia dice: era un uomo secondo il cuore di Dio. Perché?”

Agire nella fede e con coraggio

“Davide credeva in Dio, e possedeva anche il coraggio della fede”, si è espresso il sommoapostolo ricordando la lotta con Golia, “Non ha detto: ucciderò quest’uomo. Ha detto: Dio ucciderà quest’uomo tramite me.”

“Nella nostra vita di fede, ci troviamo a volte in situazioni nelle quali facciamo l’esperienza della potenza del male.” È importante quindi guardare il modello. “Non abbandonare la lotta! Non puoi vincere il male, ma Dio lo farà tramite te. Con Gesù, possiamo ottenere la vittoria.”

Non rendere il male con il male

“Davide non ha mai voluto rendere il male con il male.” Che sia stato quando Saul, che lo perseguitava, era alla sua mercé nella grotta, o quando Simei, figlio di Ghera, l’ha maledetto pubblicamente tirandogli delle pietre: ogni volta, Davide non fa loro del male. “Aveva fiducia nella giustizia di Dio.”

“È anche una parola per i nostri tempi. Siamo a volte esposti al male” ha detto il capo della Chiesa. “Anche in questi momenti, restiamo fermi e agiamo come Davide, e rifiutiamo di rendere il male con il male.”

Capaci di umiltà e di pentimento

“Davide era abbastanza modesto per riconoscere: si, ho peccato.” Per nascondere il suo adulterio con Bat-Sceba, aveva fatto uccidere il marito di quest’ultima, Uria. Dio in seguito ha mandato il suo profeta Natan, presso il re Davide. “E il re accettò che Natan lo richiamasse all’ordine e riconobbe la sua colpa e si pentì. E Dio lo perdonò.”

“Siamo tutti un simile piccolo re: sono libero, posso fare ciò che desidero”, ha continuato il sommoapostolo “Si! Ma, per favore, accetta che ti si dica qualcosa. Lascia Dio dirti ciò che non gli piace, e fai prova di pentimento. Sii umile e Dio ti perdonerà.”

Una totale fiducia in Dio

“Davide ha avuto totalmente fiducia in Dio.” Quando suo figlio Assalonne voleva ucciderlo per salire al trono, ha interamente rimesso la sua sorte nelle mani di Dio. “Se mi vuole salvare, mi salverà. E se non lo fa, andrà bene anche così.”

“Spesso, non capiamo ciò che Dio fa. Questo va contro i nostri pensieri.” La saggezza di Davide è allora utile:  “Lasciate fare a Dio. Lui fa bene le cose.”

Per amore e non per gloria

“Davide sapeva pure che come re era anche un servo di Dio.” Aveva preparato tutto per costruire il tempio di Dio, ma dovette affidare a suo figlio Salomone la realizzazione del suo grande progetto. “Davide non si arrabbiò. Sapeva: non si tratta di me, ma di Dio.” L’importante è che questo serva all’Opera di Dio.

“È anche qualcosa che ci interessa” ha detto la guida della Chiesa. “Uno semina e l’altro raccoglie in seguito. Tuttavia, chiunque è realmente motivato dall’amore in Dio, può accettarlo. Anche se non ha né gloria né gioia, ha questa sicurezza: Dio sa perché io l’ho fatto. Io l’ho fatto per amor suo.”

Nella parola biblica, Paolo dice che la missione di Davide consisteva nel fare tutta la volontà di Dio. Ed è qui che si vede il legame con Gesù Cristo, ha sottolineato il sommoapostolo Schneider: “Gesù Cristo è colui che ha compiuto tutta la volontà di Dio, fino alla fine. E, cari fratelli e sorelle, questa missione si rivolge anche a noi: Dio ci ha eletti per essere i suoi figli. Siamo figli di Dio secondo il suo cuore.”

 

Fotos: NAC La Paz
Autor: Andreas Rother
Datum: 18.09.2019
Themen: Fede